titolo.PNG

Una Storia che si muove tra la periferia di Palermo e un night club, che si tinge di sole cocente e di luci notturne,

tra cemento e paillettes ...

Ciurè, Soggetto e Regia di Gianpiero Pumo, è un lungometraggio indipendente,

di genere drammatico, dai due volti contrastanti.

logline

In una Palermo dal sapore autentico, tra il cemento e la ruggine della periferia ... e le paillettes colorate di un night club, un uomo che spacca le ossa per far campare suo figlio incontra una ballerina transessuale.

Possono due mondi, così lontani e diversi fra loro, sfidare l'ignoranza e il pregiudizio, ed essere qualcosa vicino ad una famiglia?

Quando non si ha niente, e la cipria non basta a coprire i lividi, ci si aggrappa alla speranza... qualunque sia la sua forma.

Ciurè_copertina.PNG

la storia ... tratta un tema sociale

La Storia narrata con Ciurè tratta un tema sociale di grande attualità.

 

Le tematiche delle istanze delle comunità LGBT hanno assunto notevole importanza nel corrente dibattito pubblico nazionale ed internazionale, come anche per quanto concerne l'elaborazione di Politiche Culturali per le Pari Opportunità e gli Stereotipi di Genere, definite anche in funzione delle raccomandazioni della Commissione europea e nel 5° e 10° obiettivo dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile.

Strategia_LGBT.jpg

Nello scorso mese di marzo il Parlamento Europeo con la risoluzione 2021/2557(RSP) dichiara l’Unione Europea “zona di libertà LGBTIQ”.  

CIURE' è un progetto coerente con i Contenuti e gli obiettivi che intende perseguire l’Unione Europea.

Il progetto transmediale CIURE’ è stato elaborato nel rispetto degli obiettivi e dei principi descritti con quanto indicato nelle linee guida della Strategia Nazionale LGBT  elaborata da UNAR  

Data la rilevanza che assume Ciurè nell'ambito dell'elaborazione di Politiche Culturali così come sollecitate dalle summenzionate Istituzioni di riferimento , sono in corso le opportune richieste di sostegno morale istituzionale.

 

Il primo Patrocinio ci è stato concesso dalla Città di Palermo . 

con il Patrocinio

emblema_comune_fondorosso.jpg

Motivazioni

E' inequivocabile come  la Finestra di Overton si allarghi giorno dopo giorno sui temi LGBTIQ inziando a diventare significativamente sensibile nei circuiti mainstream.

Nel significato di LGBTQI, T sta per Transgender. Le persone Transgender hanno un'identità o un'espressione di genere diversa dal sesso a cui sono state assegnate alla nascita, questo termine non è niente altro che la moderna definizione di un aspetto esistito in ogni cultura così come registrato nel corso della Storia dell'Umanità.

 

Negli Stati Uniti, a prescindere la grande visibilità di celebrità trans (quali Laverne Cox, Jazz Jennings o le star della recente serie Pose, di grande successo su Netflix, come anche di Equal prodotto da HBOMax) tre adulti su dieci conoscono personalmente qualcuno che si dichiara trans.

 

Man mano che le persone trans si dichiarano e diventano più visibili, la Comunità mira ad aumentare la comprensione del suo significato tra amici, famiglie e Società.

Il tema trattato con Ciurè è dunque di grande attualità, oggetto di un dibattito pubblico che vede opinioni anche opposte.

 

L’intento dei produttori, riconoscendo il cinema come potente strumento pedagogico, è quello d’impegnarsi nella realizzazione di un’opera che sia anche capace di “usare” in maniera efficace questa forma espressiva come strumento per il cultural placement nella mediazione culturale.

Allo scopo di presentare in maniera sintetica il progetto riprendiamo i contenuti della comunicazione inviata al Presidente del Parlamento Europeo Davide Sassoli.

 

Coerentemente con i Contenuti della Dichiarazione di Madrid (23/05/2017) e i principi contenuti  in The Social Economy, a business model for the future of the European Union, il progetto CIURE’ è da ritenersi un progetto che rientra nella sfera dell’Economia sociale che l’Europa Unita incentiva nell’elaborazione di modelli sostenibili per il suo sviluppo , e manifesta il suo aspetto non lucrativo di scopo sociale nell’impegno di un principio di collaborazione tra SME che operano nel settore Media & Entertainment e Associazioni afferenti al Terzo settore. L’aspetto ‘prettamente di scopo sociale” è curato dal “Centro Studi & Ricerche per l’Innovazione Sociale - APS (ETS) Difesa Civile 4.0” che mette in campo l’esperienza tecnico/professionali dei suoi volontari, tra cui:  giornalisti, operatori della comunicazione, progettisti di marketing sociale ed accademici.

 

Obiettivo e descrizione del progetto

Attività finalizzate all’inclusione & il diversity management a beneficio delle Comunità LGBTIQ

Nello scorso mese di marzo il Parlamento Europeo con la risoluzione 2021/2557(RSP) dichiara l’Unione Europea “zona di libertà LGBTIQ”.  Il progetto transmediale CIURE’ è stato elaborato nel rispetto degli obiettivi e dei principi descritti con:

 

Programma

Nell’ambito delle attività di ricerca applicata nel campo della Innovazione Sociale che si muovono nel solco tracciato con i temi dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, APS/Difesa Civile 4.0  mette in campo un Capitale umano che si caratterizza per le sue ventennali esperienze tecnico/professionali nell’ambito della ricerca applicata per la progettazione di marketing cause related, di scopo sociale, citando in particolare pregresse azioni tese al contrasto al Digital Divide Culturale per l’Inclusione di Tutti i Cittadini alla Cittadinanza Digitale, con particolare riferimento agli Immigrati digitali. Il Capitale Umano in forza a Difesa Civile 4.0 si caratterizza inoltre per riconosciute esperienze professionali nel settore Media & Entertainment, con particolare riferimento alla produzione di Contenuti audiovisivi, cinematografici e digitali lungo tutta la filiera produttiva.

      

Il Cinema è universalmente riconosciuto quale potente strumento etno-pedagogico se impiegato in maniera innovativa per la Salute pubblica e la fisioterapia di Comunità. Tecniche come il ‘cultural placement’ che si innestano nel quadro generale delle tecniche di marketing indiretto assumendo la funzione di strumento di comunicazione per il marketing sociale, che usano il ‘soft power’ al servizio della Diplomazia e la Mediazione Culturale, facilitano la comprensione di temi sociali spesso difficili da trattare aiutando ad incrementare la consapevolezza negli individui. Mentre ‘storie transmediali’,  concepite in una chiave creativa che guarda all’advertainment sociale’,  innovano la tradizionale pubblicità progresso per nuovi pubblici abituati ad impegnare il proprio tempo libero saltando nella fruizione di contenuti da un media tradizionale ad uno nuovo, trasportando le tematiche nelle comunità social-mediali.

    

Sulla base dei concetti qui sopra enunciati, CIURE’ è un progetto per la comunicazione sociale transmediale di scopo, supportata dalla produzione e la distribuzione di storytelling cinematografici, televisivi e per i nuovi media creati allo scopo di impiegare il cultural placement nella mediazione culturale per l'Innovazione sociale e l'educazione civica, introducendo anche in campo sociale la tecnica dell’advertainment.

Inoltre, la partecipazione di Difesa Civile 4.0 nel pool di progetto Ciurè ha lo scopo di inserire la nostra Associazione di Promozione Sociale nella Rete di Alleati esterni alla comunità LGBT. Numerose ricerche nel campo del ‘diversity & inclusion management’, testimoniano che cercare la collaborazione delle Reti di Alleati - riunendo individui di ogni provenienza sociale, orientamento e identità - è fondamentale per diffondere efficacemente i messaggi di uguaglianza e di inclusività, contrastando la discriminazione.

 

La costituzione di Reti di Alleanze di Cittadini “esterni” (cioè che non appartengono ad un Movimento sociale composto da minoranze che rivendicano i loro specifici Diritti di Inclusione ed Uguaglianza) sta diventando giorno dopo giorno un modo importante per supportare e diffondere particolari temi sociali, allo scopo di sensibilizzare i Cittadini mossi da pregiudizi potenzialmente discriminanti, per l'accettazione dei Diritti dei Membri che si dichiarano appartenenti alle Comunità discriminate.

Partecipanti e destinatari

Il Capitale Umano di Difesa Civile 4.0 che partecipa alla realizzazione del progetto CIURE’ si compone di esperti operatori della comunicazione, progettisti di marketing di causa (sociale), giornalisti, educatori ed accademici.

La specifica natura del progetto destinata a contribuire al contrasto dei pregiudizi nei confronti dei membri delle comunità LGBTIQ qualifica come destinatari di riferimento i membri della Società civile e d’impresa come ad esempio ( a scopo esemplificativo, ma non esaustivo): giovani studenti ed insegnanti, manager d’impresa e lavoratori, funzionari pubblici ed esponenti politici.

 

Allo scopo di rendere efficaci ed efficienti gli sforzi per perseguire i nostri obiettivi, APS\Difesa Civile 4.0, si sta attivando nella ricerca di collaborazioni con altre organizzazioni del terzo settore specificatamente attiviste nella promozione e il sostegno delle tematiche LGBT: a riguardo il Progetto CIURE’ ha già ottenuto apprezzamento e manifestazione d’interesse a collaborare al suo sviluppo dalle prime associazioni di categoria, a riguardo citiamo: Polis Aperta OdV (Associazione LGBTI di appartenenti a forze di polizia e forze armate italiane e suoi sostenitori, e European LGBT Police Association

La produzione  

Il nostro Centro Studi è membro attivo nel Sistema Rebel Alliance.

APS/Difesa Civile 4.0 partecipa alla produzione di Ciurè come partner di progetto nella sua funzione di promozione sociale. 

Ciurè è il primo progetto che vede impegnato il network Rebel Alliance come produttore di un film lungometraggio indipendente che ha anche uno scopo di promozione sociale. 

Nella conduzione di questo progetto si mescolano e si fertilizzano diverse competenze su obiettivi paralleli e convergenti formando un modello innovativo nelle consuetudini del Cinema indipendente, e, più in generale, nel mondo dell'intrattenimento

Il sistema fa leva sul know-how tecnico/professionale di accreditati artisti, ma anche sull'esperienza dei suoi volontari, a formare un valore aggiunto grazie al programma di ricerca applicata Rebel Alliance Empowering per l'Industria dei Contenuti, spin-off del progetto di ricerca universitario Umanesimo & Tecnologia fondato nel 1995. 

 network internazionale produttore di Contenuti,

 non è estraneo alle produzioni cinematografiche.

Nel 2011 ha ottenuto dall'Accademia del Cinema Italiano prima la candidatura e poi l'assegnazione del premio David di Donatello per i migliori Effetti visivi digitali per il film 20 Sigarette per la Regia di Aureliano Amadei. Ancora nel 2013 è stato candidato ancora una volta per il film Dracula 3D di Dario Argento,  e nel 2017, l'hub di Los Angeles RAIN\Rebel Alliance International Network è stato co-vincitore

di una altro premio David di Donatello.    

DAVID_sfondo nero.jpg

scarica il pressbook