top of page
Capitale intellettuale

Benvenuti nella sezione del nostro sito dedicata a valorizzare il ricco patrimonio di esperienze e competenze professionali dei membri di APS.

 

In questa pagina, presentiamo una raccolta di progetti prosociali  che i nostri membri hanno realizzato e patrocini morali raccolti nel corso degli anni, operando sotto il nome di altre organizzazioni precedenti la fondazione di APS Difesa Civile 4.0 che li raccoglie e capitalizza.

Questo spazio è dedicato a sottolineare l'importante contributo e l'ampia gamma di esperienze professionali e progettuali dei nostri membri. I loro contributi, ora parte integrante del nostro patrimonio, arricchiscono la nostra associazione e rafforzano la nostra capacità di affrontare efficacemente diverse sfide sociali.

La nostra APS, sebbene di recente costituzione, è l'erede di un percorso di impegno e dedizione pluriennale.

Questa sezione riporta solo una breve esposizione di patrocini morali e/o progetti che simboleggiano la fiducia e il riconoscimento del valore del lavoro svolto dai nostri membri nel corso degli anni passati. Sono testimonianze tangibili dell'impatto positivo che hanno avuto nelle comunità e per i settori in cui hanno operato, dimostrando come il passato professionale dei nostri membri sia fondamentale per la nostra attuale missione sociale.

Attraverso questa pagina, esploriamo e celebriamo la continuità e l'evoluzione del loro lavoro, ora integrato e vitalizzato all'interno del nostro Centro Studi per l'Innovazione sociale.

fotoromanzo_00.png

FOTOROMANZO/AZIENDA NAPOLI - Provincia di Napoli

la prima Istituzione in Italia ad impiegare il ocation placement

per la valorizzazione dei territori.

Una iniziativa ante-litteram prodromo degli obiettivi delle film-commission

01.PNG
02.png

In collaborazione con Provincia di Napoli, Direzione Politiche Culturali - anno 2000 | Determinazione n. 7929 del 20/12/2000 per Associazione Artecnologia

Obiettivi: il progetto Azienda Napoli, finalizzato alla promozione telematica delle risorse culturali della città metropolitana di Napoli, è caratterizzato dallo sviluppo di un genere narrativo sperimentale e dall'offerta di informazioni culturali, sociali, scientifiche, artistiche ed economiche riguardanti l'area di Napoli e provincia attraverso il media internet. Esso si concretizza in un progetto editoriale elettronico per la realizzazione di una fiction seriale da distribuire su internet.
Finalità e ricadute sul territorio: oltre alle finalità di natura scientifiche culturali/letterarie, il progetto si propone di impiegare [a livello sperimentale, stante le attuali leggi vigenti al momento dell'attuazione del progetto] la tecnica del "product placement" per la promozione turistica e culturale dei luoghi scelti come set della fiction multimediale, integrandole verticalmente con le potenzialità informative proprie del media internet.
Partner di progetto: è previsto il coinvolgimento di partner con competenze interdisciplinari funzionali alla realizzazione del progetto sperimentale, tra cui: Centro Studi Umanesimo e Tecnologia (in cui convergono competenze di funzione per la creazione e lo sviluppo del progetto narrativo ed editoriale, composizione multimediale, coordinamento generale, marketing territoriale e product placement), un direttore per la supervisione della sceneggiatura identificato nella figura del Maestro Gillo Pontecorvo, la rete Civica metropolitana della Provincia di Napoli, con funzioni di distributore del Contenuto. E' prevista ed attuata la collaborazione con Soprintendenze ai Beni Culturali ed altre istituzioni di governo locale

file3.jpg.png

PromoDigiCult - Provincia di Napoli,

la prima Istituzione in Italia con un programma

per l'Inclusione digitale per Tutti 

PdC.JPG

In collaborazione con Provincia di Napoli - 2004 | Contenuti della Determina n. 10795 per Associazione Artecnologia
II progetto é finalizzato alla capillare diffusione della cultura digitale in ogni strato sociale, da realizzare con un percorso didattico fatto di moduli di formazione caratterizzati da un rapporto docente-discente di tipo informale; tale azione formativa si rivoige alla fascia di popola‘zione al di sopra dei quarantacinque anni, e in particolare, nella prima fase sperimentale, alla fascia over 60, che sarà oggetto di una attivita di promocomunicazione finalizzata a verificare in maniera empirica la validita di approcci comunicativi e didattici di tipo informale per il cambiamento dell’atteggiamento degli anziani in Italia nei confronti delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Le attivita formative saranno realizzate in collaborazione con l'Istituto Universitario Suor'Orsola Benincasa, che interverrà nel progetto con proprie figure di mediatori culturali, e si svolgeranno in una aula multimediale semovente attrezzata per il collegamento on-line dislocata in punti strategici dell’area metropoiitana di Napoli ad alta affluenza di pubblico.

Mediatore_cultura_digitale.jpg

Il Mediatore della Cultura digitale
Politiche d'inclusione nella società della conoscenza - cod. corso 58-002

Il primo master italiano di alta formazione che introduce una nuova figura professionale nella Società della Conoscenza 

Mediatore_cultura_digitale.jpg

In collaborazione con Università Suor Orsola Benincasa - 2006 | In continuità del programma PromoDigiCult, il Mediatore della Cultura Digitale
La Regione Campania, ai fini del completamento della Programmazione degli interventi formativi previsti nella Misura FSE 3.22 "Promozione dello sviluppo della società dell'informazione attraverso il rafforzamento del potenziale umano, lo sviluppo dell'imprenditorialità ed il miglioramento della competitività delle imprese. Promozione dell'internazionalizzazione" - azione i) "Percorsi di formazione a distanza e-learning, realizzati attraverso il coinvolgimento del Sistema Universitario Campano" del P.O.R. Campania 2000-2006, adottato con delibera n. 434 del 31.03.2006.

L'obiettivo del progetto è quello di attivare processi di formazione a distanza (e-learning) miranti a soddisfare la domanda crescente di figure specializzate nell'implementazione e nella gestione delle nuove tecnologie nel sistema economico-sociale regionale, anche in relazione alla loro importanza nello sviluppo dei processi di internazionalizzazione.
Inoltre, l'impianto progettuale, intende supportare l'integrazione della formazione a distanza, soprattutto on-line e quindi basata sul web, dentro la sfera della formazione accademica tout court, per offrire la possibilità di accesso alle occasioni di apprendimento permanente a quanti, per diversi motivi, hanno difficoltà di frequenza, nonché sostenere l'acquisizione delle competenze informatiche collegate a specifiche professioni emergenti nell'attuale società dell'informazione

PDC045
Mediatore Cultura Digitale
Fotoromanzo

Contenuti  in aggiornamento

bottom of page